Come essere in regola con la pizzeria

Come essere in regola con la pizzeria ed evitare la mannaia dell’ASL

In questo articolo voglio precisare alcuni dilemmi che spesso restano irrisolti.

Partendo da alcuni quesiti importanti per chi vuole aprire una nuova pizzeria, sciolgo i dubbi più frequenti per fare chiarezza.

  • I clienti possono consumare sul posto?
  • Nella pizzeria posso vendere bevande?
  • Devo prevedere i bagni per il pubblico?

Con semplicità ti spiego cosa è necessario fare per essere in regola con i consumi sul posto, la vendita delle bevande e i servizi igienici.

 

Come essere in regola con la pizzeria: Consumo sul posto

Il problema dei consumi all’interno della pizzeria è molto sentito dai pizzaioli e non sempre è risolto con chiarezza.

Di fronte al primo quesito: “I clienti possono consumare sul posto?

Alcuni commercialisti o funzionari di Camera di Commercio comunicano all’Artigiano pizzaiolo l’obbligo di frequentare un corso SAB (Somministrazione Alimenti Bevande ex REC) per essere abilitato alla somministrazione di alimenti e bevande.

Scegliendo questa soluzione, è necessario frequentare un corso che dura 130 ore, ovvero 32 giornate di lezione da 4 ore ciascuna.

Questa soluzione è da scartare.

Con l’introduzione della Legge Bersani, c’è un’altra strada.

Se decidi di ospitare i clienti a consumare dentro al tuo locale sei libero di farlo, purchè tu lo comunichi nella SCIA (Segnalazione Certificata Inizio Attività) all’atto dell’apertura, senza bisogno del corso abilitativo SAB, perchè tu non fai  alcun servizio di somministrazione.

In che modo puoi ottenere questo permesso?

Devi redigere una Comunicazione Aggiuntiva e segnalare che ai sensi dell’art. 3 punto f-bis della Legge 4 agosto 2006 n. 248, prevedi:

“il consumo immediato dei cibi prodotti di gastronomia nei locali adiacenti a quelli di produzione (con esclusione degli spazi esterni) tramite arredi destinati all’uso e con stoviglie e posate mono-uso, senza che avvenga servizio assistito di somministrazione e con l’osservanza delle prescrizioni igienico-sanitarie.”

Con questa seconda soluzione, puoi anche predisporre nell’area vendita dei tavoli a sedere, senza dover  scegliere per forza  i mensoloni.

 

Come essere in regola con la pizzeria: Vendere bevande

Un altro problema avvertito dai pizzaioli è quello dell’autorizzazione alla vendita delle bevande:

“Nella pizzeria posso vendere bevande?

La risposta più comune è: “Per vendere bibite in pizzeria hai l’obbligo di frequentare un corso per Somministrazione di Alimenti e Bevande (SAB).”

Anche per ovviare a questo problema, c’è una soluzione che si trova nella lettura approfondita del “pacchetto liberalizzazioni” del decreto Bersani.

La soluzione semplice sta nel posizionare nell’area vendita della pizzeria un frigo bibite a libero servizio, al quale i clienti accedono per servirsi in autonomia.

Tu sei libero di vendere bevande ai clienti se nella SCIA fai la Comunicazione Aggiuntiva, nella quale comunichi che prevedi:

“la vendita complementare alla tua attività primaria di bevande con un frigo a libero servizio, senza che avvenga il servizio di somministrazione”.

Quindi, per essere in regola devi vendere le bibite senza stapparle, senza spillarle e senza sbicchierarle o servirle ai tavoli.

Nel caso di vendita di birra alcolica, devi richiedere all’Ufficio delle Dogane la licenza per la vendita di bevande alcoliche.

 

Come essere in regola con la pizzeria: Quanti bagni ti servono?

Il terzo ed ultimo quesito, spesso irrisolto è legato alla presenza o meno di bagni nel locale.

“Devo prevedere i bagni per il pubblico?

Con un’attività artigianale come la pizzeria d’asporto o al taglio, non si ha l’obbligo dei bagni per i clienti.

Occorre solo un bagno per il personale impiegato in pizzeria.

L’importante è che sia all’interno della tua attività e non fuori al locale.

Il bagno per il pubblico è previsto solo se fai servizio di somministrazione, come fanno i bar e i ristoranti.

E’ utile conoscere le risposte a queste domande, perchè permettono di attivarsi nel fornire la giusta documentazione agli uffici di competenza, che rilasciano le autorizzazioni. Inoltre fanno risparmiare tempo.

 

Al tuo successo!

By Pizza Revolution